Ricerca personalizzata

giovedì 5 marzo 2009

Attività (in)umane


Uno dei motivi per cui la terza guerra mondiale non ha ancora avuto uno sviluppo da scenario tipo pellicola, è che gli eventuali superstiti devono avere a loro disposizione, energia per governare il mondo che finalmente, si sono conquistati.
In un conflitto di questa portata infatti, sarebbe difficile riuscire a mantenere posizioni di dominio, con le fonti energetiche attualmente note .

Noi siamo portati a credere che la ricerca di energie alternative, l'eventuale uso d'ipotetici motori Tesla, ecc., sia fortemente ostacolata dalle multinazionali del petrolio per l'evidente perdita di potere che ne deriverebbe sul mercato.

Crediamo davvero che queste non siano al corrente che la materia prima di cui si sono appropriate, sia agli sgoccioli e che in caso di conflitto globale, sarebbe impossibile da recuperare e non vi sono magazzini di stoccaggio tali da permettere una sopravvivenza di dominio energetico post-bellico?

Cerchiamo di collegare quanto sopra a quanto sotto:

“Il 26 marzo 2002 è stato concesso il brevetto USA 6.362.718 per il “Generatore Magnetico Immobile” (MEG) che è probabile divenga il primo dispositivo free energy nella storia ad essere commercialmente disponibile, a partire da un anno da ora. La macchina fornirà elettricità gratuita dal vuoto per tutta la vita del dispositivo stesso, che dovrebbe essere alquanto lunga dato che non ha parti mobili. Potete vedere la foto di una replica del MEG, realizzata dallo scienziato Jean Louis Naudin, e le altre presso: http://jnaudin.free.fr/html/meg.htm.


Esso dispone di potenti magneti, bobine e di una unità elettronica di controllo.

L’annuncio è importante perché sinora l’ufficio brevetti era sempre stato scettico sui dispositivi che apparentemente ricavano “qualcosa dal nulla”, ma secondo la nuova scienza elettromagnetica scalare, il MEG non infrange la legge di conservazione dell’energia: quest’ultima è semplicemente conservata nella quarta dimensione, il tempo, e non nel nostro mondo tridimensionale.

Il MEG fornisce energia elettrica ricavandola dalle onde elettromagnetiche (EM) longitudinali esistenti in quantità praticamente illimitate nello spazio vuoto. Quest’oceano di energia che permea qualunque cosa viene talvolta chiamato energia di “punto zero”, dato che vi rimane anche alla temperatura dello zero assoluto.

Quattro sono gli inventori elencati: Stephen L. Patrick, Thomas E. Bearden, James C. Hayes, Kenneth D. Moore.
La complicata fisica alla base del funzionamento del MEG viene spiegata nel documento "The Motionless Electromagnetic Generator: Extracting Energy from a Permanent Magnet with Energy Replenishment from the Active Vacuum" (Il generatore elettromagnetico immobile: estrarre energia da un magnete permanente con rifornimento di energia dal vuoto attivo, ndt)

Siete riusciti a collegare le cose? Non vedete nulla di strano?

2 commenti:

Zio Tibia ha detto...

http://www.xmx.it/MEG.htm

per maggiori dettagli sull'argomento...

cmq non ne ho visto nemmeno uno in commercio...

oɟn1 ha detto...

Ecco, questo è quanto intendevo.
La notizia e la relativa patente, è anzianotta; oltrepiù ci sino progetti in giro su un motore magnetico di Perendev al punto che ho trovato in rete, che l'ingegnere lo mette in vendita per 32K$ (poi uno può anche scegliere di averlo in affitto per poco più di 100$ al mese).

A voler essere complottisti, si direbbe che qualcuno, abbia insabbiato la cosa.
Certo però, che con le scorte sempre minori del petroli, con la richiesta di alcuni paesi sempre in aumento, che questo cali il prezzo e i produttori ne riducano la produzione per bilanciare i conti... puzza.

Privacy Policy

This site uses Google AdSense for advertisements. The DoubleClick DART cookie is used by Google in the ads served on publisher websites displaying AdSense for content ads. When users visit an AdSense publisher's website and either view or click on an ad, a cookie may be dropped on that end user's browser. The data gathered from these cookies will be used to help AdSense publishers better serve and manage the ads on their site(s) and across the web. * Google, as a third party vendor, uses cookies to serve ads on this site. * Google's use of the DART cookie enables it to serve ads to you users based on your visit to this site and other sites on the Internet. * Users may opt out of the use of the DART cookie by visiting the Google ad and content network privacy policy. We use third-party advertising companies to serve ads when you visit our website. These companies may use information (not including your name, address, email address, or telephone number) about your visits to this and other websites in order to provide advertisements about goods and services of interest to you.

Questo sito utilizza Google AdSense per la pubblicità. Il DoubleClick DART cookie è utilizzato da Google per gli annunci pubblicati su siti web publisher AdSense per i contenuti, visualizzazzandone gli annunci. Quando un utente visita un sito web publisher AdSense e clicca su un annuncio, un cookie può essere rilasciato a tal fine, nel browser dell'utente. I dati raccolti da questi cookie verranno utilizzati per aiutare i publisher AdSense a servire meglio e a gestire gli annunci sul loro sito(i) in tutto il web. * Google, come parte di terzo fornitore, utilizza i cookie per la pubblicazione di annunci su questo sito. * L'uso del DART cookie consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti, e si basa sulla vostra visita a questo sito e su altri siti su Internet. * Gli utenti possono scegliere di utilizzare i DART cookie visitando i contenuti sulla privacy nell'annuncio di Google. Usiamo società di pubblicità per la pubblicazione di annunci di terze parti, quando si visita il nostro sito web. Queste aziende possono utilizzare le informazioni (non compreso il vostro nome, indirizzo, indirizzo e-mail, o numero di telefono) sulle visite a questo e ad altri siti web, al fine di fornire la pubblicità su beni e servizi di vostro interesse.